Downton Abbey Italia Wiki
Advertisement
Downton Abbey Italia Wiki

"Detesto essere prevedibile" (Mary Crawley)

Mary Josephine Crawley è la figlia primogenita del conte di Grantham Robert Crawley e della contessa Cora Levinson.

Sezioni da "Film" in avanti in fase di creazione.

1912-1914[]

La notizia della morte dei suoi due cugini durante il naufragio del 15 aprile 1912 del Titanic, James e Patrick, è uno shock per i Crawley. Tradizione è che il patrimonio della famiglia passi solo agli eredi maschi e, perciò, era stato stabilito che Mary si sarebbe sposata con Patrick. Ma ella non aveva mai provato sentimenti forti per lui. Il rapporto della lady con le sue due sorelle minori è molto diverso: Sybil è la più piccola, dolce e affettuosa con tutti, dunque Mary è sempre molto gentile con lei. Edith, invece, tenta spesso di tener testa a Mary e le due sono in perenne lotta.

Robert, Cora e Violet si focalizzano sulla ricerca di pretendenti per Mary, tra cui il duca di Crowborough, Evelyn Napier ed Anthony Strallan. Lei stessa è sedotta da un visitatore della casa, Kemal Pamuk. Quest'ultimo arriva a Downton Abbey in occasione di una battuta di caccia, accompagnato da Evelyn. Kemal si innamora di Mary, la quale ricambia. Egli, però, si spinge troppo oltre e chiede a Mary di poter passare in camera sua quella notte; ella è preoccupata e sorpresa, dunque nega. Nonostante ciò, Pamuk arriva nella stanza della lady più tardi quella serata e riesce a convincerla ad avere una relazione, giacché nessuno verrà a saperlo. Mary è preoccupata e combattuta, ma infine cede. Questo avvenimento si trasforma repentinamente in una tragedia: Kemal muore improvvisamente nel letto. Mary, in preda al panico, va a chiedere aiuto alla capocameriera Anna, a cui domanda di aiutarla a trasportare il corpo di Pamuk nella stanza degli ospiti da cui era venuto; Anna, però, si rende conto che in due non riusciranno mai a reggerlo senza una terza persona e ritiene necessario chiederlo a qualcuno. Questo qualcuno sarà Lady Grantham, la madre di Mary. Ella è scandalizzata dal comportamento inopportuno di sua figlia e, arrabbiata, afferma di volerla aiutare solo per ridurre al minimo i danni e per scongiurare uno scandalo, ma non per salvare lei, che ha agito in maniera errata. Le tre donne non sanno, durante il trasporto del cadavere, di essere osservate dalla sguattera Daisy Robinson che, essendo l'alba, è già in piedi. La giovane servitrice non riuscirà, per troppo timore e non per cattiveria, a frenare la lingua in merito all'accaduto.

Nel frattempo, è stato nominato erede della tenuta il lontano cugino di Lord Grantham: Matthew Crawley. Egli è un avvocato a Manchester e il suo arrivo a Downton rappresenta un improvviso e totale cambiamento di stile di vita: dimostra di essere difficilmente accontentabile al suo arrivo nello Yorkshire e dice anche a sua madre Isobel che non accetterà che Lord Grantham gli imponga una delle sue figlie da sposare. Mary sente questa affermazione essendo giunta nell'abitazione dei due arrivati, Crawley House, per invitarli a cena nella tenuta. Ella, dunque, consegna il suo invito ed esce dalla casa, seguita da Matthew che tenta di scusarsi, evidentemente colpito dalla sua bellezza, dicendo che stava scherzando: lei, però, risponde di non preoccuparsi perché anche lei pensa che tutta questa faccenda sia uno scherzo e aggiunge che imporsi non è nel suo carattere.

Mary, inizialmente, si rifiuta di riconoscere Matthew come erede ma, più in là, i due cominciano ad avvicinarsi di più. Hanno spesso delle conversazioni che diventano più amichevoli con il passare del tempo, finché non iniziano anche a darsi del tu. In alcuni momenti i due si allontanano, specialmente quando Mary finge di essere innamorata di Anthony Strallan per far dispetto ad Edith.

Nel 1914, Matthew chiede a Mary di sposarlo, ma lei è cauta e dice che non gli avrebbe dato una risposta fino alla fine della stagione londinese ad agosto. Nel frattempo, sua madre rimane incinta: se il bambino dovesse essere un maschio, questi avrebbe ereditato il titolo al posto di Matthew. A questo punto, la zia di Mary, Rosamund, consiglia a sua nipote di attendere la nascita del bambino: se sarà un maschietto, Mary dirà a Matthew che non lo sposerà; se sarà una femmina, invece, accetterà. Mary non è convinta che sia la cosa giusta, perché il suo rapporto con Matthew è sincero e non potrebbe mai fargli una cosa del genere, ma è confusa e non prende ulteriori posizioni. Un motivo della sua esitazione è anche lo scandalo Pamuk, che ritiene di dover rivelare a Matthew per non portare la falsa verità all'altare. Mary, durante il suo soggiorno a Londra, riceve Evelyn Napier a casa della zia Rosamund ed egli le dà una notizia sconvolgente: nella capitale, come già si sapeva, giravano voci in merito a Kemal Pamuk e alla sua visita a Downton Abbey e pare che tutto fosse partito dall'ambasciata turca. Evelyn viene indicato come la fonte di quelle notizie, ma ci tiene a rivelare a Mary che non è così e che, malauguratamente, la fonte delle notizie è sua sorella, Lady Edith Crawley. Mary, dunque, comincia ad essere molto sprezzante nei confronti della sorella al ritorno.

Alla fine della prima stagione, la signorina O'Brien, temendo di essere rimpiazzata come cameriera personale di Cora, per dispetto mette una saponetta sotto la vasca dove Lady Grantham si sta lavando e poi esce dalla stanza. Si rende conto, però, di aver fatto una cosa sbagliata e proprio mentre sta tornando indietro per rimediare, Cora è già caduta e subisce un aborto spontaneo. Viene scoperto che il quarto bambino, dopo tre donne, sarebbe stato il primo maschietto dei conti di Grantham.

Con il cuore spezzato, nell'agosto del 1914 durante la festa in giardino a Downton Abbey, Matthew ritira la sua proposta pensando che Mary non abbia voluto sposarlo solo perché se fosse nato un maschio, lui non sarebbe stato l'erede della tenuta. Lui è triste, arrabbiato e deluso, lei sa di aver sbagliato tutto e viene consolata dal maggiordomo Carson. A questo punto, Matthew decide di lasciare Downton, ma Robert interrompe la festa in giardino per comunicare che l'Inghilterra è entrata in guerra con la Germania e questo porterà molti, tra cui Matthew stesso, ad arruolarsi nell'esercito britannico.

1916-1919[]

Matthew è in guerra e Mary vorrebbe presentare alla famiglia Sir Richard Carlisle, un ricco giornalista. La lady non è innamorata di lui, ma non può non sposarlo poiché altrimenti egli confermerà le voci sullo scandalo Pamuk pubblicando un articolo sul suo giornale. Un dì, Anna, Edith, Sybil e Cora sono nella stanza da letto di Mary e assistono alla sua vestizione da parte della cameriera. Qui, Lady Mary apprende che Matthew è fidanzato con una certa Lavinia Swire e, sebbene la sua prima reazione sia un'espressione sorpresa e abbattuta, finge di essere felice per lui; quando Sybil le chiede se non è triste per questa rivelazione, Mary lo nega immediatamente.

Durante un congedo dalla guerra, Matthew torna a Downton Abbey per presentare la sua fidanzata, che è molto timida e gentile. Qui, il primo sguardo che Mary e Matthew rivolgono l'uno all'altra sembra essere pieno di parole, mentre Lavinia è contenta di conoscere la lady, a cui dice di aver sentito tante cose belle su di lei da parte del suo fidanzato. Mary dice: "Cose belle, spero" e Matthew interviene, ricambiando un rapido sorriso: "Potrebbe essere altrimenti?". Quando Matthew deve ritornare al fronte, Mary lo accompagna alla stazione e gli regala il suo portafortuna, un cagnolino di pezza. Matthew, poco prima di partire, rivela di essere contento che durante la sua permanenza a Downton abbiano avuto modo di riavvicinarsi. In quei giorni, Mary prega per lui.

Carson, per via del troppo lavoro, si sente male ed è costretto ad andare a riposarsi. Mary va a trovarlo nella sua camera e i due hanno una conversazione: il signor Carson dice alla lady che se prova dei sentimenti per il signor Crawley deve dirglielo, prima che sia troppo tardi. Lei ritiene che sia giusto farlo, ora che Matthew è in licenza dalla guerra per via di un temporaneo trasferimento. Un giorno, Mary si reca a Crawley House, pronta per parlare con lui, ma incontra nel giardino Lavinia che piange, sola. Quest'ultima rivela a Mary di aver appreso che Matthew deve partire in anticipo per incontrare il suo generale, ma che comunque prima o poi dovrà tornare al fronte e non sopporterebbe di non vederlo mai più. Udendo queste parole, Mary si rende conto di non poter interferire nella relazione fra la signorina Swire e Matthew. Violet, nel frattempo, si accorge che sa nipote nutre ancora dei sentimenti per il signor Crawley.

Anna, mentre sistema i capelli di Mary, le dice che le è sembrato di aver visto il signor Bates in paese, sebbene entrambe sappiano che egli sia a Londra. Comunque, per tentare di porre rimedio al dubbio, Mary dice che chiederà a Sir Richard, essendo giornalista, di indagare in merito e afferma che le farà sapere. Inoltre, Mary viene invitata a Dower House da Violet e anche Rosamund è presente. Qui, si scopre qualcosa in merito ad un certo rapporto fra Lavinia e Sir Richard, giacché tutti avevano notato una sorta di tensione, specialmente nella giovane. Lavinia aveva rubato i documenti riservati di suo zio per consegnarli a Carlisle perché li pubblicasse, provocando lo scandalo Marconi. Lavinia poteva averlo fatto solo perché lei e Sir Richard dovevano essere amanti. La signorina Swire sente di dover parlare dell'argomento e spiega a Mary la verità: suo padre doveva molti, troppi soldi a Sir Richard, il quale si offrì di cancellare il debito in cambio delle prove contro i ministri. Suo zio era colpevole, ma non lo aveva fatto per questo, bensì per salvare suo padre dalla rovina.

Sir Richard e Mary hanno in programma di sposarsi nel luglio 1919, dopo il matrimonio di Matthew e Lavinia, e di trasferirsi in una casa signorile. Nel frattempo, è chiaro che Matthew e Mary continuano a nutrire forti sentimenti l'uno per l'altra. Dopo che Downton Abbey viene convertita ad un convalescenziario, Mary dimostra la sua preoccupazione perché non si hanno notizie del signor Crawley, il quale arriva di sorpresa durante un piccolo spettacolo nella tenuta in cui Edith suona il piano e Mary canta. Matthew completa la strofa della canzone "If you were the only girl in the world" sorridendo e avvicinandosi alle due lady.

Durante la battaglia di Amiens, in Francia, Matthew e il cameriere William Mason vengono feriti gravemente e trasportati a Downton: William è ferito mortalmente e tutti riconoscono la sua grande forza di spirito e il suo valore, poiché aveva salvato Matthew dall'esplosione della bomba ponendoglisi davanti: il cameriere, dunque, muore, mentre Matthew non potrà più camminare, né avere figli. Lavinia vuole comunque sposarlo, dicendo che per lei non è importante se non potranno avere una famiglia. Matthew, però, non vuole che la sua fidanzata passi la vita a badare a lui e la lascia andare. Mary, allora, continua a prendersi cura dell'uomo che ama senza, però confessargli nulla. Sir Richard, nel frattempo, teme che Mary si stia avvicinando di nuovo a Matthew, così chiede a Carson di essere il suo maggiordomo e quello della sua futura moglie a Haxby Park, sapendo che la lady è molto affezionata a lui.

Lavinia torna a riavvicinarsi a Matthew e i due considerano nuovamente la possibilità di sposarsi, ora che lui sta meglio ed è sulla sedia a rotelle, così Mary continua a non dire nulla. Quando Sybil scappa di casa con Tom Branson, l'autista, viene fatta tornare a casa da Mary ed Edith, accompagnate da Anna. A quest'ultima, Mary prepara poi una camera da letto per lei e Bates in occasione della loro prima notte di nozze.

Il rapporto tra Lady Mary e Sir Richard si deteriora e in particolare Robert si preoccupa: non sarebbe stato felice del loro matrimonio. Anche Carson, molto affezionato a Lady Mary, rinuncia all'offerta postagli da Sir Richard a causa di alcuni eventi architettati da Carisle stesso per "spiare" Mary, poiché non vuole che si avvicini a Matthew.

Nel 1919, durante una cena, Lavinia e Cora si alzano dalla tavola per andare in camera da letto, poiché si sentono poco bene. Il dottor Clarkson conferma che sono affette, come anche Carson, da influenza spagnola. Quella sera, Matthew attiva il suo grammofono nella sala grande della tenuta e Mary lo raggiunge: i due ballano e lui rivela di aver parlato con Lady Violet, la quale gli aveva detto che Mary nutre ancora dei sentimenti per lui; i due riconoscono che non possono fidanzarsi, perché Lavinia non merita questo; nonostante ciò, si baciano, ignari del fatto che la Swire sia scesa e li stia guardando dalle scale, infreddolita e delusa. Finge di non aver visto nulla, ma l'indomani rivela a Matthew la verità. Ammette di non voler essere un ostacolo all'amore che c'è tra lui e Mary e perciò rifiuta di sposarlo. Egli è nervoso e abbattuto e non desidera questo, ma la signorina Swire insiste e, tristemente, convince Matthew che lui e la lady stanno benissimo insieme: non lo dice con rabbia, ma con sincerità, perché vuole vederlo felice. Lui, triste e arrabbiato per ciò che ha fatto, esce dalla stanza dopo che la Lavinia gli ha detto di voler riposare un po'. Uscito Matthew, ella inizia a piangere silenziosamente. Mentre le condizioni di Cora, che sembravano disperate, iniziano a migliorare, quelle di Lavinia precipitano rapidamente e la portano alla morte: Matthew si incolperà per sempre del suo decesso, credendo di essere stato la causa del suo crepacuore, che le aveva portato a perdere la voglia di lottare per vivere. Inoltre, non vuole più sposare Mary perché la vede come una mancanza di rispetto nei confronti di Lavinia.

Nel 1920, Mary interrompe il fidanzamento con Sir Richard e continua a supportare Anna per via della messa in prigione dell'innocente Bates. Durante il ballo della servitù a inizio gennaio, Mary balla con Matthew il quale, nelle settimane precedenti, aveva avuto modo di riflettere sulla sua situazione sentimentale. I due, insieme, escono sotto la neve e qui Matthew rinnova la sua proposta, che lei accetta felicemente.

1920[]

Mary e Matthew si sposano dopo un breve momento di dubbio e si reca in Francia per il viaggio di nozze. L'incertezza che li aveva fatti esitare era dovuta al seguente motivo: Mary era venuta a conoscenza da suo padre che l'equilibrio di Downton Abbey è precario e che Matthew potrebbe essere l'erede dell'enorme fortuna del defunto Reginald Swire, il padre di Lavinia. Mary pensa che se erediterà, Downton sarà salva; ma Matthew insiste che non può farlo perché si incolpa ancora della morte della signorina Swire, deceduta per l'influenza spagnola e, in parte, di crepacuore per la perdita di Matthew. Tuttavia, Lavinia aveva scritto a suo padre raccontandogli la verità su Matthew: dunque Reggie conosce la verità ma continua a rispettare il signor Crawley. Quest'ultimo, però, si rifiuta di credere alla veridicità e all'esistenza di quella lettera, così Mary scende in Sala domestici e chiede al personale se qualcuno avesse inviato una lettera da parte di Lavinia. Carson e la signora Hughes non sono stati informati di nulla, tuttavia si scopre subito che l'aveva inviata Daisy, la quale stava sistemando la stanza di Lavinia che le aveva chiesto di spedire una missiva. Mary, felice, ringrazia Daisy e torna di sopra per comunicare tutto al marito, che finalmente accetta l'eredità salvando la reputazione della tenuta. Viste le iniziali esitazioni di Matthew, Mary e Violet avevano tentato di chiedere denaro a Martha Levinson, l'americana nonna di Mary, ma ella aveva espresso la sua impossibilità ad aiutarli per via del vincolo che era stato posto al suo patrimonio.

Dopo che la sorella minore di Mary, Lady Sybil, e suo marito, l'ex autista Tom Branson, vengono esiliati dall'Irlanda, tornano a Downton Abbey dove Sybil inizia il travaglio, essendo incinta. Mary le fa visita in camera da letto e Sybil menziona il desiderio di Tom che il bambino divenga cattolico come lui. Mary insiste sul fatto che non è obbligata a lasciare che sia così, ma Sybil le confessa che non le importa, non si sarebbe opposta alle tradizioni cattoliche e ama Tom e vuole renderlo felice. Mary è felicissima per la nascita della figlia di Sybil, la sua prima nipotina. Ciò che il dottor Clarkson aveva immaginato, tuttavia, si avvera: le condizioni della giovane madre non sembravano essere buone, ma lo specialista Sir Philip Tapsell non aveva dato attenzione alle dichiarazioni del medico di famiglia e, quindi, la preoccupazione di alcuni dei Crawley era diminuita, ma non quella di Clarkson o di Cora. Nel cuore della notte, Lady Mary va a svegliare i suoi genitori, agitata, e dice loro di seguirla in camera di SYbil perché sta male. I tre arrivano assieme e la giovane è in preda alle convulsioni dovute all'eclampsia che la portano alla morte. Tutti, nella stanza, sono scioccati e immensamente addolorati, così come tutti coloro che verranno a saperlo in seguito.

Mantenendo la promessa fatta alla sorella, Mary sostiene l'idea di Tom di battezzare sua nipote come Cattolica. Assiste dunque al battesimo della piccola Sybbie con il resto della famiglia. Inizia anche a sostenere i piani di Matthew per modernizzare Downton al fine di rendere la tenuta finanziariamente autosufficiente, seppure inizialmente Robert non appoggi le idee del genero. Anche se lei e Matthew sono intenzionati ad avere figli, cure mediche ipotizzano che potrebbero avere problemi con la riproduzione; Matthew crede di essere il problema vista la sua ferita di guerra. Più tardi, i due si incontrano per caso in una clinica gestita dal dottor Ryder, dove Mary rivela di essere stata sottoposta ad una piccola operazione per rafforzare le loro possibilità di concepimento.

Nello speciale di Natale, ambientato nel settembre 1921, Mary è incinta di otto mesi e si reca con la famiglia al Duneagle Castle in Scozia, la tenuta dei marchesi di Flintshire, ossia i nipoti di Violet.

Una sera, dopo un ballo al Duneagle Castle, Mary si sente stanca e dice a Matthew che sarebbe tornata a Downton il giorno successivo. Lui si offre volontario per accompagnarla, agitato, ma Mary insiste affinché rimanga e si goda gli ultimi giorni del viaggio in Scozia. Anna, che era diventata ufficialmente cameriera personale della lady da parecchio tempo, accompagna Mary alla stazione e qui la futura contessa sente di essere in procinto di partorire, con un mese in anticipo. Allora le due vengono condotte in ospedale. Al momento della nascita, Matthew arriva per vedere il piccolo George Crawley e il neo-papà è profondamente felice di avere un figlio e rinnova il suo amore per Mary: "Tu sarai per sempre la mia Mary, perché la mia Mary è quella vera", le dice. Allora egli saluta sua moglie e prende la macchina per tornare a casa per poi ritornare in ospedale con la famiglia. Nessuno dei due sa, però, che un ultimo, fatale imprevisto, cambierà per sempre la vita di Mary.

1922[]

Matthew è morto da sei mesi a causa di un incidente stradale, avvenuto subito dopo aver visto il suo neonato George Crawley. Mary sta ancora lottando per superare la tragica vicenda ed è molto fredda con tutti, persino con Carson quando le propone di non arrendersi. Non sembra avere, al momento, un rapporto stretto con il figlio George, che preferisce lasciare alle cure delle tate, definendolo come un "povero piccolo orfano". Si rifiuta di indossare qualcosa di diverso dal nero quando Anna suggerisce un vestito più colorato; scendendo le scale, si ferma con le lacrime agli occhi quando vede e ricorda il luogo in cui lei e Matthew si erano baciati pochi anni prima. Sebbene molti dei membri della sua famiglia, inclusi Tom e il signor Carson, cerchino di aiutare Mary ad andare avanti, lei li ignora e li congeda. Branson sente che lei ha bisogno di trovare qualcosa per cui combattere e che questo dovrebbe essere, di conseguenza, la protezione della sua eredità come prossima erede della tenuta. Lord Grantham rifiuta il suggerimento di Tom, sostenendo molte volte che nessuno dovrebbe disturbarla con tali problemi.

Una sera, Mary va nello studio di Carson per scusarsi per le sue risposte fredde e distaccate e qui scoppia in lacrime: il maggiordomo la abbraccia e le dice di sfogarsi, perché è una donna forte e riuscirà presto a riprendersi. Anche Violet la incita a risollevarsi, dicendo che deve scegliere tra la morte e la vita; ritiene, inoltre che Robert sbagli a volerla tenere isolata dal mondo. Con l'incoraggiamento di Tom, Carson e Violet, Lady Mary lascia il lutto e partecipa ad un pranzo offerto da suo padre per i fittavoli della tenuta e sostiene le decisioni del suo defunto marito. Anna le aveva consigliato, giorni addietro, un vestito lilla che lei aveva rifiutato, giacché voleva continuare a vestire il lutto. In occasione di questo pasto, però, avendo superato il periodo più oscuro, indossa proprio quell'abito lilla.

Durante una cena, Cora, Violet e Tom cercano di incoraggiarla a essere più coinvolta nella gestione di Downton. Lei si arrabbia e, scoppiando in lacrime, urla a tutti di lasciarla sola. Si precipita fuori dalla sala da pranzo e torna nella sua camera da letto. È sola quando la nonna Violet si reca da lei per parlarle e Mary le dice che sente di essere diventata la persona fredda che era, sostenendo che addirittura era gentile solo nell'immaginazione di Matthew. Le viene però detto che deve scegliere tra la vita o la morte, per cui Mary inizia a capire che deve scegliere la vita. Quando inizia il suo tentativo di andare avanti, si reca al piano di sotto, dal signor Carson, per scusarsi per la sua scostumatezza, quando lui aveva solo tentato di aiutarla. Si sfoga, dicendogli che non sa come andare avanti. Lui la conforta, ricordandole che è una donna forte e che troverà un modo e la forza per riprendersi. Più tardi, Mary decide di indossare un vestito lilla per partecipare ad un pranzo per discutere di Downton mentre, finalmente, inizia ad andare avanti.

Poco tempo dopo, una scatola contenente le cose di Matthew dal suo ufficio viene consegnata a Downton Abbey. Il signor Carson pensa che la confezione debba essere inviata prima a Robert, per evitare di destare tristi ricordi in Mary. Lord Grantham inizia a guardare nella scatola e, mentre esamina un libro, ne esce fuori una lettera. Essa era stata scritta poco prima del viaggio in Scozia e afferma che Lady Mary sarà la sua erede universale in caso di sua morte. Robert esita a darla alla figlia, ma viene persuaso quando Violet dice che è non corretto tenerglielo nascosto; Robert, comunque, preferisce mostrare il documento all'avvocato Murray per accertarne la natura testamentaria. L'analisi dimostra che lo scritto è un testamento e, inoltre, mentre Matthew lo scriveva c'erano due testimoni.

Alla luce di ciò, Violet invita Mary e Tom a casa sua per scambiare due parole con loro; vorrebbe che Branson fosse "l'istruttore" di Mary e l'aiutasse a capire come viene gestita Downton, riferendosi ai raccolti e alle fattorie. In due cognati accettano felicemente questa prospettiva. Tom, dunque, porta la lady fuori per discutere della faccenda e le comunica che suo padre intende vendere parte della terra per ripagarla in un'unica soluzione. Entrambi sono in disaccordo con l'idea di Robert, il quale è, nel frattempo, riuscito ad accettare di dover condividere la tenuta con sua figlia. Mary, dunque, gli fa sapere di non essere dalla sua parte in merito alla faccenda e questo sconvolge il conte di Grantham.

Mary incontra un vecchio amico d'infanzia, Tony Foyle, ora Lord Gillingham, che è innamorato di lei. Lei lo rifiuta perché non si è ancora ripresa del tutto dalla morte di Matthew. Tony, però, riesce ad ottenere almeno un bacio; comunque, quando Mary scopre del suo fidanzamento con Mabel Lane Fox, prova segretamente rimpianto. Anche Evelyn Napier è ancora interessato alla lady e lo dimostra quando torna a Downton Abbey per motivi di lavoro. Neppure questa volta è solo, ma in compagnia di Charles Blake, che è in continuo contrasto con Lady Mary, che a sua volta non lo sopporta. In quei giorni, comunque, i due si avvicinano perché si ritrovano a dover lavorare assieme nel fango tutto il pomeriggio per aiutare i maiali giunti a Downton in cattive condizioni. Quella sera, sporchi dalla testa ai piedi, scherzano assieme e cenano con un po' di uova strapazzate, l'unico cibo che la lady sa cucinare. Blake inizia a nutrire dei sentimenti per lei.

Lord Gillingham, dopo aver rotto il suo fidanzamento con Mabel, è ancora determinato a conquistare il cuore di Mary e torna spesso nella tenuta con il suo valletto, Alex Green. Rose, nipote di Lady Violet e cugina di Mary, si trova a Downton Abbey perché i suoi genitori, i divorzisti marchesi di Flintshire, sono in India. Rose sta avendo una relazione con il cantante di un gruppo jazz, Jack Ross. Egli è un uomo di colore e questo potrebbe portare molti problemi al futuro di Lady Rose, dunque la sua famiglia è preoccupata mentre la giovane non lo è neppure lontanamente e, infatti, rivela gioiosamente a Mary di voler sposare Jack. Mary, dunque, si reca a Londra per parlare con Ross di persona. Qui, resta impressionata dall'onestà di quell'uomo e anche dall'amore che lui prova per lei: egli confessa, comunque, di non avere intenzione di sposare la giovane perché non sopporterà mai di vederla allontanata dalla società per via del colore della pelle di suo marito. Quando i due si congedano, Mary ammette che se il mondo fosse un posto migliore, sarebbe stata felice di averlo in famiglia.

Lady Mary è la seconda persona a sapere, grazie alla signora Hughes, ciò che è successo ad Anna: durante l'esibizione di Nellie Melba a Downton Abbey, la cameriera personale era scesa in cucina per prendere qualcosa contro il mal di testa e Green, il valletto di Lord Gillingham, l'aveva seguita per poi violentarla. La governante, comunque, non rivela il nome del colpevole su richiesta di Anna. Quest'ultima spiega a Lady Mary che è stato Green solo quando si presenta l'occasione. Mary è scioccata dalla scoperta e sente di dover fare qualcosa, così dice a Lord Gillingham di licenziare il suo valletto senza fornirgli spiegazioni e lui, fidandosi della persona che ama, accetta.

Alla fiera in giardino, Anthony Foyle si appropinqua a Mary per annunciarle che Green è morto a Piccadilly e sentiva di doverglielo comunicare vista la sua strana richiesta di licenziarlo solo poco tempo prima. Mary teme che Bates possa aver fatto qualcosa ai danni di Green, perché anche Anna era preoccupata per lo stesso motivo, visto che i due uomini non erano mai andati d'accordo e che Bates avrebbe fatto qualunque cosa per difendere sua moglie. Lo stesso giorno, Mary non accetta la proposta di Blake e gli dice espressamente che preferisce rifiutarlo subito piuttosto che aggiungerlo alla lista degli uomini che ha deluso.

La famiglia Crawley, nel 1923, si reca a Londra per il debutto in società di Lady Rose e qui la signora Hughes trova un biglietto del treno nella giacca di Bates e lo mostra a lady Mary: entrambe temono che il valletto abbia davvero ucciso Green. Ma visto l'aiuto che lo stesso Bates dà alla famiglia per recuperare una lettera e scongiurare uno scandalo statale, Mary decide di bruciare il biglietto e dimenticare la storia.

1924[]

Mary riceve la visita di Lord Gillingham, che le propone di diventare amanti. Lei accetta la sua offerta perché vuole cercare di capire se lui gli piace o no e organizzano un appuntamento segreto a Liverpool. Mary dice alla sua famiglia che trascorrerà, invece, del tempo con un'amica, Annabelle Portsmouth. Dice a Blake che le dispiace se lo ha ferito, ma lui insiste che è felice per lei. Le chiede solo di essere certa di fare la scelta giusta perché sente che è molto più intelligente di Lord Gillingham. Anna è molto nervosa quando Mary le chiede di andare in farmacia per acquistare articoli per prevenire una gravidanza.

Dopo la notte in albergo a Liverpool, Mary e Tony vengono avvistati da Spratt, il maggiordomo di Violet, che va poi ad informare la sua padrona in merito. Violet, allora, invita sua nipote a Dower House e cerca informazioni. Mary insiste sul fatto che i tempi sono cambiati e che il suo non è stato un comportamento disdicevole, mentre sua nonna è convinta che ella sia stata sedotta. La lady lo nega e dice, comunque, di non essere sicura di volerlo sposare, notizia che porta Violet a spronarla a prendere una decisione. Mary, col tempo, inizia a pentirsi di ciò che ha fatto perché si accorge che lei e Tony hanno poco in comune. Allora, per aiutare la sua amica a liberarsi di Gillingham, Charles Blake ha un piano che dimostra avere pieno successo. Tony, allora, torna con Mabel lane Fox, donna con cui Mary aveva già parlato e con cui aveva instaurato un legame di poca simpatia.

Mary non è contenta del rapporto di Tom con Sarah Bunting, ma afferma di essere sicuramente felice di aver visto riprendere le redini delle sue opinioni politiche. Successivamente, la lady fa visita ad un parrucchiere francese a York e si fa fare un taglio a caschetto che mostra alla sua famiglia, suscitando disapprovazione in Edith che è in lutto per la morte dell'uomo che ama, Michael Gregson. Inoltre, Mary non è d'accordo che Edith adotti la piccola Marigold, figlia adottiva dei signori Drewe, e la porti a Downton Abbey.

Più tardi, Mary va con la sua famiglia a Londra per il matrimonio della cugina Rose con Atticus Aldridge. Esprime tristezza per la partenza di Tom da Downton Abbey per iniziare una nuova vita in America, così come per la partenza di Rose per New York.

A Natale, Mary e la sua famiglia visitano Brancaster Castle nel Northumberland in occasione di una battuta di caccia durante la stagione dei galli cedroni ospitata dalla famiglia Aldridge. Mary nota che il maggiordomo Stowell è molto scortese con Tom viste le sue origini popolari, quindi chiede a Thomas Barrow di organizzare qualcosa per mettere Stowell al suo posto; il piano di Thomas ha successo. Durante la permanenza a Grantham House, Anna viene arrestata per l'omicidio di Alex Green e Mary tenta invano di opporsi; Baxter, la nuova cameriera personale di Cora, prende il posto di Anna. In seguito, Mary scopre il sordido passato di Lord Sinderby, il padre di Atticus, ma insieme a Rose e suo padre, lo mantiene segreto. Successivamente incontra e balla con Henry Talbot ed è piuttosto presa dalla sua macchina di lusso. Bates, nel frattempo, che non ha ucciso green, si prende la colpa per liberare Anna e parte.

Al ritorno a Downton, Baxter e Molesley ricevono riconoscimenti da Mary e dai Crawley per il loro duro e vittorioso lavoro volto a dimostrare anche l'innocenza di Bates, che torna nella tenuta la sera della vigilia di Natale, durante una splendida festa a cui famiglia e servitù prendono parte.

1925[]

Mary è a caccia con Robert e alcune persone del villaggio. Al termine della battuta, nota Rita Bevan, ma Mary non la riconosce mentre la donna sa benissimo chi è. Bevan rivela la sua conoscenza della notte di Lady Mary con Lord Gillingham e lancia un ultimatum alla giovane, che deve darle 1000 sterline per farla stare in silenzio. Mary, allora, lo confida ad Anna, che la appoggia nella sua volontà di non cedere al ricatto. Bevan, però, riesce ad irrompere nella stanza di Mary dicendo ai domestici di Downton Abbey di essere una nuova cameriera di Dower House e ribadisce le sue minacce, ma Mary non la lascia vincere. A questo punto, la donna torna una terza e ultima volta e racconta a Lord Grantham tutto ciò che sa; egli salva sua figlia, Lord e Lady Gillingham dallo scandalo dando alla Bevan 50 sterline per il suo silenzio, e dice che se rifiuterà l'offerta, lui andrà alla polizia e la condannerà per ricatto.

Mary insiste sul fatto che Carson dovrebbe sposarsi nella sala grande della tenuta, o in qualunque altra stanza che lui e la signora Hughes dovessero scegliere per tenere il loro ricevimento di nozze, ma la governante ha piani diversi: la celebrazione si terrà, infatti, nella scuola nel paese e la lady chiederà scusa agli sposi per la sua insistenza. Più tardi Mary, insieme a suo figlio George, Marigold e Cora visita la fattoria dei Drewe per vedere i maiali da esporre alla fiera di Moulton. Qui, le tre donne vedono la signora Drewe che saluta la piccola Marigold con molta emozione, aspetto che chiaramente fa capire che ella non ha superato la sua separazione dalla bambina; Cora, dunque, insiste che tornino tutti a casa per evitare problemi. I suini di Lady Mary vincono il 1° posto alla fiera. Più tardi, quando Marigold scompare e viene scoperto che la signora Drewe l'aveva portata alla Tenuta del Tasso, Mary se ne chiede la ragione.

Quando Mary viene a sapere dell'incapacità di Anna di concepire un bambino, prenota un appuntamento con il dottor Ryder, dal quale era andata anni fa, per correggere in qualche modo il problema della sua cameriera personale, e approfitta per fare un po' di acquisti.

L'uomo che Mary aveva conosciuto a Brancaster Castle, Henry Talbot, fa visita a Downton in quanto nipote di Lady Shackleton. Henry, Mary e Tom Branson parlano amichevolmente e Talbot dà, in seguito, a Lady Mary il suo biglietto da visita, accettando di rivedersi quando possibile. Gwen Harding, ex Gwen Dawson, si reca nella tenuta insieme a suo marito, John Harding. Mary è sicura di aver già visto Gwen, ma non è l'unica a non ricordare dove l'abbia incontrata. Thomas, geloso per l'ascesa sociale della sua ex collega, rivela sgarbatamente ai commensali che la signora Harding aveva lavorato a Downton Abbey come cameriera prima della guerra. A questo punto, Gwen rammenta con piacere Lady Sybil, che l'aveva aiutata a trovare un impiego come segretaria e tutti sono commossi. Quando gli Harding vanno via, Anna prepara Mary per la cena, ma rischia di subire nuovamente un aborto spontaneo. Dunque, le due donne si precipitano a Londra dicendo che è la lady ad avere un problema. Il dottor Ryder esegue la sua operazione appena in tempo per salvare il bambino di Anna. Mentre quest'ultima si riprende dall'intervento, Mary e Henry Talbot organizzano una cena al Royal Automobile Club.

Uno di quei giorni, la lady e Tom assistono a una corsa automobilistica tra Henry Talbot e il suo amico Charlie Rogers. Dopodiché, Mary, Talbot e Branson bevono un drink in un pub e stringono i rapporti. Quando Neville Chamberlain fa visita a Downton per cena, Mary osserva spaventata, come tutti, suo padre mentre comincia a sputare sangue a causa di un'ulcera. Ella conduce Robert in ospedale insieme a Cora ed Edith, dove Lord Grantham viene operato e fatto tornare a casa in convalescenza poco tempo dopo. I sospetti di Mary sorgono quando sente per caso Violet e Cora discutere di un legame particolare tra Edith e Marigold.

Mary e Tom in seguito cenano con Henry Talbot al Criterion dove sono presenti Charlie Rogers, Evelyn Napier, Lady Anne Acland e un'altra signora. Dopo la fine della cena, Henry si offre di accompagnare Mary a casa e lei gli rivela che il suo disgusto per le macchine deriva dalla morte di Matthew, perché è rimasto ucciso in un incidente. Talbot spera che ella riesca a dare alle automobili una seconda possibilità e, mentre conversano a riguardo, inizia a piovere e il fenomeno improvviso li porta a rifugiarsi sotto un tunnel vicino, dove si baciano: Henry ammette i suoi sentimenti per lei; sebbene Mary senta che la loro relazione stia andando avanti troppo velocemente, non ne è triste.

Lady Mary, insieme alla sua famiglia, così come Bertie Pelham e la collega di Edith, Laura Edmunds, partecipa ad una corsa automobilistica a Brooklands per vedere Henry Talbot correre insieme al suo amico Charlie Rogers e ad altri concorrenti. Durante la gara, Mary è agitata, mentre i domestici e la famiglia sono emozionati. Tuttavia, la preoccupazione della lady non è infondata: la gara viene brutalmente interrotta da un incidente mortale: Mary, in preda al panico, corre verso l'auto in fiamme insieme a sua sorella, Baxter, Anna e altri e scopre che la vittima è Charlie Rogers. Mary definisce la morte del signor Rogers un evento sciocco che sarebbe potuto essere evitato. Inoltre, si sente profondamente abbattuta perché per un istante, dopo l'incidente, aveva sperato che la vittima non fosse Henry, senza curarsi di chi potrebbe essere veramente stato il defunto. Mary ha vissuto nuovamente la morte di Matthew, come nota Tom, dunque non si sente pronta a mettere nuovamente la sua vita a repentaglio e non vuole neppure che Talbot abbandoni la sua passione per lei, dunque lo lascia, tramite telefono, quella sera stessa, con grande dispiacere di entrambi e di Branson stesso.

Tom, deluso dalla fine della loro relazione, invita Henry a Downton Abbey nella speranza che si riconcilino. Sfortunatamente, questo tentativo porta Mary ad arrabbiarsi. In questi giorni, Branson informa accidentalmente Mary dei veri genitori di Marigold, affermando che è figlia di Edith e Michael Gregson. Edith, nel frattempo, si era fidanzata con Bertie Pelham, che aveva conosciuto a Brancaster durante la battuta di caccia l'anno prima, e ha da poco scoperto che Bertie sarà marchese di Hexham e, dopo le nozze, anche lei sarà marchesa. Mary, indispettita dalla felicità immensa verso cui sua sorella sta andando incontro, rivela a Bertie che Marigold è la figlia di Edith, aspetto di cui quest'ultima non aveva ancora discusso per timore di perdere l'uomo che ama. Herbert, allora, lascia Edith perché dice di sentirsi a disagio nello sposare qualcuna che ha cercato di ingannarlo. Lady Edith, arrabbiata con Mary, fa le valigie per partire a Londra. Mentre ella sta preparando le sue cose, Mary entra nella camera da letto e cerca di scusarsi con lei sostenendo che non sapeva che Edith non avesse mai detto a Bertie di Marigold. Edith, che è completamente furiosa, esprime i suoi veri sentimenti nei confronti di Mary. Aggiunge: "Non ti bastava rovinare la tua vita, hai deciso di mandare a rotoli anche la mia!". E ancora, mentre sta per uscire dalla stanza, dice: "Henry è perfetto per te. Sei solo troppo stupida e presuntuosa per accorgertene; ma almeno lui si è liberato di te". Anche Tom, molto alterato, non lascia che Mary la passi liscia:

Tom: Hai avuto ciò che volevi. Bertie è andato a prendere il treno e Edith non sarà la marchesa di Hexham.

Mary: Non era questo che volevo.

Tom: Sul serio?

Mary: E' incredibile che non gliel'avesse detto. Come facevo a saperlo?

Tom: Non fare l'ingenua con me.

Mary: Io non vol...

Tom: Non mentire! Non a me! Non puoi fare a meno di rovinare le cose a Edith, a te stessa...! Tireresti giù il cielo, se potessi, tutto, pur di sentirti meno spaventata e sola!

Mary: Hai visto Henry quando era qui. Prepotente, dispotico e per nulla accomodante. Secondo te dovrei abbassarmi al suo livello e, in più, essere grata che mi venga concesso di farlo?

Tom: Ma ti sei sentita? 'Abbassarmi al suo livello'! Non sei la principessa del Prigioniero di Zenda!

Mary: Oh, ti ostini a non voler capire!

Tom: *Arrabbiato* Hai rovinato la vita di Edith! A quanti altri la rovinerai solo per alleviare la tua infelicità?!

Mary: *Si alza in piedi* Non voglio più ascoltarti!

Tom: Sei una vigliacca, Mary. Come tutti i prepotenti sei una vigliacca.

Detto ciò, Tom esce dalla stanza e lascia Mary senza parole.

Tom informa Violet sulla questione e le chiede di convincere Mary a riconciliarsi con Edith e a sposare Henry. Mary, dunque, apre il suo cuore alla nonna, dicendole che non vuole nuovamente rimanere vedova di un uomo che muore in un incidente d'auto e che dopo l'accaduto alla gara di Brooklands aveva sperato che Talbot non fosse morto. Violet la conforta e la convince con successo a riconciliarsi con Talbot ed Edith, dicendole che lei crede nell'amore: nessuna carriera brillante o vita agiata può essere vissuta come si deve senza che ci sia un briciolo di amore. Le due, dunque, si abbracciano e Mary recupera le forze.

Mary, a questo punto, visita la tomba di Matthew e implora il suo perdono per la sua volontà di sposare un altro uomo e gli assicura che, comunque, lui rimarrà per sempre nel suo cuore. Qui incontra Isobel, che esprime la sua felicità perché sua nuora ha deciso di risposarsi e Mary è contenta che la sua suocera la pensi così.

Mary chiede, dopo, a Talbot di tornare a Downton. I due si riconciliano e si fidanzano, decidendo di sposarsi entro pochi giorni in un piccolo matrimonio. Edith, per l'occasione, torna da Londra e le due sorelle hanno modo di riappacificarsi.

Come raro atto d'amore fraterno nei confronti di Edith, Mary telefona a Bertie e gli dice di incontrare Edith al ristorante Ritz di Londra. Edith viene accompagnata sul posto da sua zia Rosamund, credendo di cenare con lei, ma in realtà viene lasciata lì con il suo ex fidanzato e qui la lady scopre che è stata Mary ad organizzare la cena. I due si fidanzano nuovamente e stabiliscono di sposarsi a Downton alla fine di dicembre.

Henry e Tom danno inizio ad un'attività di vendita di automobili insieme a York e Mary è elettrizzata, poiché Henry ha rinunciato alle corse automobilistiche a causa della morte di Charlie. Rivela, anche, a Henry di essere incinta del loro bambino, ma gli fa giurare di non dirlo a nessuno per non rubare la scena ad Edith in occasione delle sue nozze.

Carson si comporta in modo piuttosto strano e Mary e Robert vanno a trovarlo nel suo studio, dove il maggiordomo rivela di avere una malattia geneticamente ereditata da suo nonno, una sorta di tremore che gli era costata la pensione. Quindi offre le sue dimissioni sulla base del fatto che non può più svolgere il suo lavoro correttamente.

I Talbot partecipano al matrimonio dei marchesi di Hexham e al ricevimento a Downton Abbey. Qui, Thomas, che è in visita dal suo nuovo posto di lavoro, dà una mano a versare e servire lo champagne, e Robert gli offre il posto di maggiordomo. Mary e Lord Grantham sono tristi di veder andar via Carson, ma sono molto grati per quello che ha fatto per loro e per la famiglia. Intanto, Anna va in travaglio nella camera da letto di Lady Mary, dove partorisce Johnny Bates.

Mary ed Henry festeggiano il nuovo anno e danno il benvenuto al 1926 insieme al resto della famiglia.

1927[]

A Downton Abbey arriva la notizia della visita del re George V e della regina Mary nella tenuta, in occasione del loro viaggio verso Harewood House. Henry è negli Stati Uniti per un raduno di corse e Mary gli telefona per chiedergli di tornare il prima possibile. La lady sembra accorgersi che Thomas non è perfettamente in grado di gestire la situazione in occasione della visita reale, dunque si reca a casa del precedente maggiordomo Carson per chiedere il suo aiuto, proposta che lui accetta con orgoglio.

Mary, Cora ed Edith (arrivata con Bertie da Brancaster Castle) vanno ad Harewood House su invito della principessa Mary. Qui, emergono chiaramente i problemi che la principessa reale ha con suo marito Henry Lascelles.

La sera prima della parata reale per accogliere le loro maestà, Mary, Robert, Bertie, Anna ed Edith sistemano le sedie sotto la pioggia e vedono Tom tornare da un pub. Nel frattempo, Lady Mary e Anna avevano cominciato a notare la sparizione di alcuni oggetti in seguito all'arrivo anticipato della servitù del re; Anna, poi, scopre che la cameriera personale della regina aveva sottratto alcuni oggetti e glieli fa restituire.

Durante la parata, Mary segue un nervoso Tom, temendo che si sia schierato dalla parte dei repubblicani irlandesi ora che il re è giunto nello Yorkshire. In realtà, la signora Talbot scopre che Tom sta andando a fermare il maggiore Chetwode che vuole uccidere sua maestà. Mentre quello estrae una pistola, Tom gli si lancia addosso e lo fa cadere a terra, mentre Mary si fa avanti e toglie l'arma dalla mano dell'assassino, che viene portato via da un gruppo di poliziotti; Tom e Mary si dirigono alla stazione di polizia per rilasciare una dichiarazione. La parata, dunque, si svolge senza interruzioni. Tom aveva parlato in diverse occasioni con Chetwode, tra cui la sera prima in un pub, ma mentre all'inizio pensava fosse un investigatore reale, ora ha compreso che stava solo cercando di usarlo per avvicinarsi al re.

Le loro maestà cenano a Downton Abbey e Mary assiste all'imbarazzante scena di Molesley che spiega a sua maestà che la cena non è stata preparata dai domestici reali come pensava la regina, ma dalla signora Patmore e dal personale della tenuta.

Prima del ballo ad Harewood House, Henry arriva a Downton e ha una felice riunione con sua moglie. Violet rivela a sua nipote Mary che il medico da cui si è recata a visita le ha fatto sapere che le rimane poco da vivere. In una scena commovente, la nonna le dice: "Tu rappresenti il meglio di me, che mi sopravviverà", a cui Mary risponde, in lacrime: "Sappi che tu sarai sempre con noi, nonna. Ci osserverai da ogni quadro, ci parlerai da ogni libro, finché quella casa esisterà".

Henry e Mary, assieme alla famiglia, partecipano alla festa.

1928[]

I Crawley, tra cui Mary, partecipano al matrimonio di Tom Branson con Lucy Smith.

Nel frattempo, a Downton Abbey arriva la richiesta della registrazione di un film nella tenuta da parte della British Lion Company. Mentre Robert è insicuro di accettare, Mary abbraccia volentieri l'idea perché il denaro che riceveranno per via delle riprese permetterà loro di porre rimedio ad alcuni dei problemi della tenuta, come le soffitte, che sono in pessimo stato. Lord Grantham, dunque, lascia la decisione e la gestione della situazione nelle mani della sua figlia maggiore mentre si recherà, con altri membri della famiglia, in Francia per svelare il mistero della villa ereditata da Lady Violet. La signora Hughes dice a Lady Mary che suo marito Carson sarà un problema per le riprese del film, poiché impedirà loro di lavorare come si deve per la sua mania di mantenere l'ordine. Le due donne, allora, stabiliscono di comunicare all'ex maggiordomo di accompagnare la famiglia in Francia perché i soli Baxter e Bates non hanno l'autorità per controllare che tutto venga fatto come si deve.

Henry Talbot è assente sia al matrimonio di Tom che agli altri eventi importanti descritti nel film, poiché costantemente impegnato con il suo lavoro: la lady si sente trascurata, ma spera di poter ancora riuscire a prevalere sulle passioni del marito.

Mentre la famiglia è in Costa Azzurra, le riprese del film sono iniziate: il regista è Jack Barber, gli attori protagonisti Myrna Dalgleish e Guy Dexter. Inizialmente, tutto sembra andare per il meglio e Mary e il signor Barber fanno amicizia: vanno anche insieme a Thirsk per vedere un film con la signorina Dalgleish e notano che, nonostante l'attrice sia molto famosa, la sala è vuota perché i film muti stanno iniziando il loro declino; Jack, nel frattempo, sembra essere innamorato della lady. Prima dell'inizio di una scena, infatti, Barber riceve una notizia spiacevole: deve sospendere le riprese perché i film parlati stanno riscuotendo troppo successo per far finta di nulla e la pellicola che sta girando a Downton è muta. Mary, però, propone di fare in modo che alle scene già registrate venga aggiunto l'audio, così Barber chiama un tecnico da Londra e il piano della signora Talbot ha successo.

Dal momento che Myrna, che si è dimostrata molto antipatica con tutti, ha una pessima dizione, viene proposto a Lady Mary di doppiare le sue parti e il tentativo riesce bene; ma la signorina Dalgleish di sente offesa e deve essere richiamata da Anna e Daisy, che la spingono a riprendersi e a tentare di comportarsi in maniera più decente con le persone che la circondano.

La famiglia ritorna in anticipo dalla Francia per via di una visita medica di Cora e viene stabilito che i domestici dovranno girare una scena come commensali nella sala da pranzo di Lord Grantham. Prima dell'inizio delle riprese, Jack rivela a Lady Mary i suoi sentimenti ma lei non vuole cedere perché è sposata e ama suo marito, però non nega di essere contenta che, alla sua età, riesca ancora ad attirare qualche uomo.

Mary assiste alla proposta di matrimonio che il signor Molesley fa alla signorina Baxter, entrambi ignari di essere ascoltati da tutti i loro colleghi, dalla regia e dalla famiglia, per mezzo di un microfono. Dopo che la produzione della British Lion Company lascia la tenuta, Violet muore, lasciando i suoi parenti in lacrime accanto al suo letto. Mary, dunque, prende parte al funerale di sua nonna, evento che segna l'inizio di una nuova era.

Circa nove mesi dopo, Tom e Lucy tornano a Downton Abbey con il/la loro bambino/a (il sesso non è stato specificato) e vengono accolti da Lady Mary e dall'intera famiglia.

Advertisement